Per essere felice strategie che non funzionano

Strategie che non funzionano: mangiare compulsivamente

Le abbuffate incontrollate possono essere di vario tipo: c’è chi si rimpinza nel cuore della notte, chi a qualsiasi ora del giorno, non appena ha un momento libero, chi come risposta immediata ad un’arrabbiatura (arrabbiaggio?)…
Il cibo serve per nutrirsi e per acquisire energie nella misura in cui ne abbiamo bisogno. Quando non è così, e soprattutto quando non è così spesso, e soprattutto soprattutto quando il cibo è una risposta ad un disagio psicologico allora no, non va bene. È un problema diffuso che il cibo sia usato come risposta a:

  • Noia
  • Stress
  • Solitudine
  • Tristezza

Cosa puoi fare per eliminare la tua voglia compulsiva di mangiare?

Mangiare per rispondere ad un disagio psicologico è un po’ come alzare bandiera bianca e dire “Ok, mi arrendo”.
Devi cercare di capire qual è lo stimolo che porta a questa “fame” e affrontarlo come si deve, senza arrendersi ad esso. devi cercare una soluzione specifica invece che chiudere gli occhi e aprire la bocca.
Se da solo non ci riesci, chiedi aiuto a un dietologo, abbinato ad una figura che ti può dare un supporto psicologico (psicologo, life coach, etc) e da me, che ti faccio diventare pimpante.

Tu ti sei mai abbuffato per sopperire a un disagio psicologico? È stato un evento isolato? Raccontamelo qui sotto con un commento!